Come acquistare azioni Juventus controllando i prezzi in tempo reale

Come acquistare azioni Juventus controllando i prezzi in tempo reale

Tra le società calcistiche italiane più antiche, la società Juventus è stata una delle prime ad essere fondata, la sua origine è infatti datata 1897, quando nacque come club polisportivo. Dal 1923 il nome del club è legato a doppio filo con quello della famiglia Agnelli, noto gruppo di industriali italiani.

79% des comptes des investisseurs particuliers perdent de l’argent en tradant les CFD avec ce fournisseur.
Note: 60 votes

Il club è uno tra i più tifati al mondo e, a partire dal 2001, ha deciso di quotarsi sulla Borsa Italiana, divenendo una delle tre sole società con quotazioni in borsa: Juventus, Roma e Lazio. Le azioni del club appartengono per il 60% al gruppo Exor della famiglia Agnelli, per il 7,5% a una compagnia libica e per il 32,5% è in mano a piccoli azionisti.

Conviene investire in azioni Juventus oggi? Quali sono i pareri degli esperti?

Innanzitutto è bene fare presente quanto il valore delle azioni Juventus possa essere influenzati dalle numerose concorrenti del settore, ovvero le altre squadre di calcio, indipendentemente dal fatto che siano quotate in Borsa o meno. Tutte le altre principali squadre del campionato possono influenzare la Juventus attraverso i risultati o le operazioni di mercato, incidendo in maniera più o meno grande sul valore delle azioni del club bianconero.

È quindi opportuno ricordare che un club calcistico funziona in modalità simili a quelle di una normalissima azienda, dove ci sono utili ma ci sono anche dei costi, elementi da tenere in considerazione durante gli investimenti che possono andare a influenzare la monetizzazione complessiva.

L’Allianz Stadium è di proprietà della Juventus fin dalla sua inaugurazione nel 2011

Proprio come un’azienda tradizionale, la Juventus cerca di aumentare i propri guadagni, ridurre i costi e diventare più popolare e conosciuta, stringendo alleanze strategiche che potrebbero aiutare l’azienda ad aumentare le quotazioni in Borsa delle sue azioni. Già nel 2017 la Juventus ha chiuso un patto di collaborazione con marchi conosciuti in tutto il mondo, tra cui l’italianissima Costa Crociere. In questo caso si tratta di una collaborazione con ingenti vantaggi mutuali per entrambi: la Juventus beneficia di una grande visibilità sulle navi da crociera dell’azienda, mentre Costa Crociere avvicina il proprio nome al gruppo Juventus, aumentando la sua popolarità e attirando nuovi clienti dal mondo del calcio.

Altra strategica alleanza, sempre datata 2017, è quella con M&M’s, che assieme a colossi come Netflix è uno dei marchi più conosciuti degli Stati Uniti, del gruppo Mars, con la Juventus intenzionata a beneficiare della popolarità del brand per arrivare a più persone. Anche il marchio Jeep, che appare sulle maglie della Juventus, è sinonimo di una collaborazione in cui entrambe le società guadagnano popolarità dai clienti del mercato dell’altro.

Potrebbero inoltre essere stipulate, nel prossimo futuro, ulteriori collaborazioni che andrebbero a incrementare ulteriormente la popolarità del marchio Juventus.

Una società in crescita

Finanziariamente, sin dal 2011 la Juventus ha vissuto un continuo crescendo in valore: il 2011 ha segnato l’ingaggio del nuovo allenatore Antonio Conte e del celebre centrocampista Andrea Pirlo, con un campionato concluso al primo posto. La Juventus ha replicato il primo posto del campionato italiano nel 2012, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018, inframezzando gli acquisti di numerosi campioni, così come la cessione di altri giocatori, e due finali nella coppa dei campioni.

Cristiano Ronaldo: un campione pagato a peso d’oro dalla Juventus

Particolarmente significativo è l’ingaggio nel 2018 del giocatore Cristiano Ronaldo per 150 milioni di euro. Quest’ultimo acquisto, per quanto oneroso, non crea problemi alle finanze del club, poiché gli introiti hanno visto un aumento del 107% in cinque anni e 406 milioni di euro di utili nel 2017 contro i 195 milioni di euro nel 2012.

Tutto ciò ha comportato un deciso andamento al rialzo che farà felice chi volesse comprare azioni Juventus che, naturalmente, dipenderanno anche dall’andamento che il club avrà in futuro.

Un’immagine solida e un brand in evoluzione

In sostanza, il gruppo Juventus gode di un’immagine solida in Italia – similmente ad aziende come Eni – e internazionalmente, con molti tifosi in tutto il mondo. Gli utili arrivano principalmente dalla vendita di prodotti brandizzati e quindi i risultati, così come il marketing, costituiscono un ruolo fondamentale.

La Juventus è inoltre dotata dell’Allianz-Stadium, uno stadio di proprietà in grado di accogliere 40.000 tifosi che garantisce ulteriori introiti. Infine i numerosi contratti con gli sponsor sono una grande fonte di crescita finanziaria e comprendono alcune delle aziende più conosciute al mondo.

Allo stesso tempo, però, il mercato è saturo in Italia e la Juventus, per un ulteriore sviluppo, deve puntare a essere conosciuta sul palcoscenico internazionale.

Guida all’acquisto di azioni Juventus in 5 minuti

Una volta scelte le azioni su cui effettuare il proprio investimento, è l’ora di cominciare a utilizzare il broker. Cliccando sul pulsante apposito sulla Home Page di Plus500 sarà possibile iniziare a commerciare:

A questo punto sarà possibile scegliere se utilizzare denaro virtuale o, quando possibile, il conto demo.

Per cominciare a fare trading, sarà necessario scrivere il nome della risorsa desiderata nella sezione “Cerca Strumento”, che sarà in grado di fornirci tutte le indicazioni necessarie sulla società scelta.

Dopo aver scelto la prima risorsa su cui investire, si potrà iniziare cliccando sul pulsante acquista.

Una volta confermata la propria scelta, si avrà una conferma della corretta esecuzione dell’operazione e si potrà procedere nei successivi investimenti. Per avere maggiori informazioni sugli investimenti, potete approfondire come fare trading online qui.