Come acquistare azioni Baidu controllando i prezzi in tempo reale

Come acquistare azioni Baidu controllando i prezzi in tempo reale

Baidu è un motore di ricerca cinese che viene paragonato a Google. La sua espansione al di fuori della “muraglia” lo ha portato a quotare al Nasdaq 100, l’indice tecnologico americano più importante al mondo. Possiamo ancora investire nelle azioni Baidu con fiducia?

79% des comptes des investisseurs particuliers perdent de l’argent en tradant les CFD avec ce fournisseur.
Note: 60 votes

Le aziende cinesi spiccano per capitalizzazione borsistica e, proprio per questo, speculare sulle quotazioni di titoli da loro emessi si rivela spesso molto redditizio. Oggi andiamo a parlare di Baidu, colosso cinese destinato a far parlare di sé anche nel prossimo futuro.

Conviene acquistare azioni Baidu oggi? Quali sono i pareri degli esperti?

Baidu è un gruppo cinese che gestisce il più importante sito di ricerca su internet della Cina, similmente a colossi come Google o Bing. Proprio come questi altri colossi, Baidu offre diverse funzionalità aggiuntive tra cui la traduzione dei risultati delle ricerche in inglese e il download di file immagine o video.

I suoi introiti provengono principalmente dalla vendita di servizi di marketing e dalle vendite di licenze di software di ricerca.

La sua storia in sintesi

Pensato inizialmente dai due fondatori Robin Li e Erix Xu come un motore di ricerca esclusivamente rivolto alla musica MP3, Baidu attualmente indicizza circa 740 milioni di pagine web, oltre a 80 milioni di immagini e 10 milioni di file multimediali di vario tipo, confermando un modello di business legato agli introiti pubblicitari in modalità pay per click, similmente a quanto fa già Google.

Dal 2007 l’azienda Baidu è stata inserita nell’indice NASDAQ-100, diventando la prima società cinese a raggiungere tale risultato.

Nel 2011 ha inoltre esteso il suo mercato arrivando a produrre un sistema operativo per sistemi mobile basato su Android, ovvero Baidu Yi.

Un’esponenziale diffusione in Cina

Naturalmente l’algoritmo utilizzato da Baidu nella ricerca di risultati rispetta le norme di censura adottate in Cina, andando quindi a nascondere risultati relativi alle questioni più controverse.

Come sottolineato dal CEO Robin Li, il 99% degli utenti cinesi su internet utilizzano il motore di ricerca Baidu, cosa che ha permesso una crescita esponenziale dell’azienda, con una capitalizzazione giunta a più di 38 miliardi di dollari. Un grande successo dovuto soprattutto al mancato attecchimento, in territorio cinese, di colossi quali Google, che si è trovata in difficoltà al momento del confronto con i paletti digitali posti da Pechino, preferendo indirizzare la sua attenzione altrove.

Uscendo dai confini nazionali

Baidu ora mira ad uscire dalla sua zona di comfort – il territorio cinese – per raggiungere in maniera importante, con i suoi servizi, anche l’estero, partendo dal Giappone e arrivando anche negli Stati Uniti.

Baidu è attualmente quotato sul mercato NASDAQ Global Select Market negli Stati Uniti, con grafici borsistici che hanno mostrato agli investitori come Baidu sia sempre stato tendente al rialzo fin dal 2005, arrivando ad un picco nel 2011 con 154 dollari, e a un altro di recente che ha sfiorato i 250 dollari.

Baidu sta perciò guadagnando sempre più importanza e mira, un giorno non troppo lontano, a superare il leader del settore Google. L’azienda cinese registra già un fatturato medio annuo che si attesta in media attorno agli 8 miliardi di dollari, cifra ottenuta unicamente grazie ai ricavi dovuti alla pubblicità.

Baidu: una reale concorrente per Google?

Nel 2015 è arrivato un ulteriore incremento delle entrate pubblicitario, portando il fatturato a una crescita del 35,3% rispetto all’anno precedente, pari a circa 10,24 miliardi di dollari.

I prossimi obiettivi

Per il futuro, il gruppo Baidu non vuole restare con le mani in mano e ha deciso di investire i propri ricavi in strumenti d’avanguardia, andando anche a svariare rispetto a quello che è il proprio settore di competenza, e ha infatti stipulato un accordo con la Continental AG per lo sviluppo di applicativi dedicati all’automotive. Oltre a questo, anche i campi dell’internet of things e il lavoro sulle intelligenze artificiali sembrano suscitare un grande interesse in Baidu.

L’azienda cinese potrebbe quindi essere un buon investimento per gli aspiranti trader, considerando la costante crescita del gruppo, supportata dal rialzo dell’indice di riferimento.

Guida all’acquisto di azioni Baidu in 5 minuti

Una volta scelte le azioni su cui effettuare il proprio investimento, è l’ora di cominciare a utilizzare il broker. Cliccando sul pulsante apposito sulla Home Page di Plus500 sarà possibile iniziare a commerciare:

A questo punto sarà possibile scegliere se utilizzare denaro virtuale o, quando possibile, il conto demo.

Per cominciare a fare trading, sarà necessario scrivere il nome della risorsa desiderata nella sezione “Cerca Strumento”, che sarà in grado di fornirci tutte le indicazioni necessarie sulla società scelta.

Dopo aver scelto la prima risorsa su cui investire, si potrà iniziare cliccando sul pulsante acquista.

Una volta confermata la propria scelta, si avrà una conferma della corretta esecuzione dell’operazione e si potrà procedere nei successivi investimenti. Per avere maggiori informazioni sugli investimenti, potete approfondire come fare trading online qui.