Il Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 è lo strumento utilizzato dalla Regione Puglia per perseguire gli obiettivi generali del sostegno comunitario allo sviluppo rurale, ossia potenziare la competitività dei settori agricolo e forestale, valorizzare l’ambiente e lo spazio rurale attraverso la gestione del territorio e migliorare la qualità della vita nelle zone rurali con annessa diversificazione delle attività economiche.

ASSI DI INTERVENTO

  • Asse I: miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale, attraverso la promozione dell’ammodernamento e dell’innovazione nelle imprese e dell’integrazione lungo le filiere, il  potenziamento delle dotazioni infrastrutturali fisiche ed il miglioramento delle capacità  imprenditoriali  e  professionali  degli  addetti  al  settore;
  • Asse II: miglioramento dell’ambiente e dello spazio rurale, con azioni tese alla conservazione della biodiversità, tutela qualitativa e quantitativa delle risorse idriche superficiali e profonde, nonché riduzione dei gas serra;
  • Asse III: qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell’economia rurale, attraverso interventi finalizzati  al miglioramento dell’attrattività  dei  territori  rurali  per  le  imprese  e  la  popolazione,  e  al mantenimento e creazione di nuove opportunità occupazionali nelle aree rurali;
  • Asse IV: Leader: l’obiettivo di tale Asse è quello di rafforzare le capacità professionali, progettuali e gestionali locali e di migliorare la partecipazione locale alla definizione delle politiche. Particolare  attenzione  sarà  dedicata  alla  scelta  dei  piani  di  sviluppo  locale,  la  cui strategia  dovrà  essere  ben  definita,  scegliendo  temi  e  obiettivi  fortemente  ancorati  al territorio.  I  Piani  di  sviluppo  locale  potranno  attingere  alle  sole  misure  dell’Asse  III, previste  nei  piani  di  sviluppo  rurale,  purché  venga  assicurata  una  coerenza  tra  i  temi selezionati dai GAL con gli obiettivi prioritari definiti dai PSR.